LA DITTATURA DELLA FERNANDA

LA DITTATURA DELLA FERNANDA.

 

E’ LA FERNANDA ( & friends )
LA MIGLIORE DELLE SOLUZIONI POSSIBILI ?

Nell’abbazia ridotta in macerie: “I soldi c’erano, se li sono mangiati” – Repubblica.it
http://www.repubblica.it/…/nell_abbazia_ridotta_in_maceri…/…

E’ VERO CHE NON C’E’ALTERNATIVA ALLA FERNANDA ( & friends ) ?

propaganda

Terremoto Norcia, allevatori: «Senza stalle, cibo e acqua». Cecchini: «Presto soluzioni» | Umbria24.it
http://www.umbria24.it/terremoto-norcia-allevat…/419727.html

IL DECISIONISMO DELLA FERNANDA
nel video dal min. 2.20

ferna

NEL FORTE DUBBIO DI FINIRE ” ASSISTITI ”
DALLA PROPAGANDA DI REGIME
OSSERVARE SEMPLICI NORME DI BUONSENSO

Sicurezza e prevenzione: cosa fare in caso di terremoto – Repubblica.it
http://www.repubblica.it/…/sicurezza_e_prevenzione_cosa_f…/…

Infine, nelle calamità più che in qualsiasi altra situazione di bisogno, è importante che la comunità si ritrovi e si riconosca, per ripartire. Per riuscire a reagire e a ritrovare il senso della quotidianità, anche se spazzata via dal terremoto. Lo sanno bene i sopravvissuti al sisma che ha distrutto L’Aquila il 6 aprile 2009. Un’esperienza che il collettivo ”3e32” riassume in un ”decalogo del terremotato consapevole”, senza dare nulla per scontato:

– Non disperdetevi come comunità e non fatevi mettere gli uni contro gli altri;
– Restate in sicurezza, ma non lasciatevi allontanare dalle vostre case e dalle vostre proprietà;
– Non fatevi rinchiudere in campi recintati con la scusa di essere protetti;
– Mantenete la vostra consapevolezza e autonomia;
– Vi convinceranno che non siete autosufficienti e proveranno a ospedalizzarvi: non lo permette! Ogni gesto quotidiano deve restare vostro;
– Non fatevi raccontare dai media quello che vi succede, siate protagonisti dell’informazione e diffondetela voi, i mezzi non mancano;
– Chiedete da subito controllo e trasparenza sulla gestione di tutto quello che vi riguarda: solidarietà, aiuti, fondi ecc.
– Fate che l’emergenza non diventi lungodegenza: ai commissari fa comodo, alla vostra comunità no;
– Pretendete di partecipare da subito a ogni scelta sul vostro futuro;
– Non lasciate devastare il vostro territorio con la scusa della ricostruzione. Insomma, nonostante tutto quello che vi diranno sulla solidarietà, ricordatevi che per qualcuno il terremotato è da spolpare: occhio a sciacalli e avvoltoi.

elezio

Annunci

2 thoughts on “LA DITTATURA DELLA FERNANDA

  1. col tempo bisognerà veder le cose con altri occhi e considerarle per quello che sono, occuparci di più della Bernarda ad esempio, come facciamo noi qui nel nostro eremo, un’isola fortunata lontana dallo squallore quotidiano della civiltà dei consumi.
    A proposito come va col terremoto, hai avuto danni?

    Mi piace

    1. a Frà come tu sai qua gli eremi so’ cascati ggiù che so’ scappate pure le sore de clausura ma ce so’ bone speranze che glie se scopreno pure gli artarini a quelli der partito. per il resto ogni tanto na scossetta per non dimenticà cche sic transit gloria mundi. ora pro nobis.

      Mi piace

I commenti sono chiusi.