ARRIVARE AL PANETTONE

12670049_158144144566383_4555612861305770264_n1

DAL MOMENTO CHE IL CLERO SECOLARE DEL PARTITO

HA SMARRITO LA SUA MISSIONE

IL POPOLO UMBRO E’ INCASTRATO FRA LA FRAIDITA’ DEL MODERNISMO PIDDISTA

E IL PASSATO DELLA SOLIDARIETA’ MEZZADRILE NELLE LOTTE DI EMANCIPAZIONE DALLA GNORANZA

Queste persone, ha spiegato Francesco, «erano arrivate a questo stato di prepotenza, anche di tirannia al popolo, strumentalizzando la legge»; ma «una legge che loro hanno rifatto tante volte fino ad arrivare perfino a cinquecento comandamenti: tutto era regolato, tutto!». Era «una legge scientificamente costruita, perché questa gente era capace, conosceva bene, facevano tante sfumature». Però, ha fatto notare il Pontefice, «era una legge senza memoria: avevano dimenticato il primo comandamento che Dio ha dato al nostro padre Abramo: cammina nella mia presenza e sii irreprensibile». Invece «loro non camminavano: sono sempre stati fermi nelle proprie convinzioni e non erano irreprensibili».

«Gesù è stato vittima di questi — ha affermato il Pontefice — ma la vittima di tutti i giorni era il popolo umile e povero, del quale ci parla oggi Sofonia: “Lascerò in mezzo a te un popolo umile e povero, confiderà nel nome del Signore e sarà il resto di Israele”» (3, 1-2.9-13). Dunque, ha proseguito, «è come dire, un po’ più fortemente, quelli che sono scartati da voi, quelli che hanno fede nel Signore e vivono di questa fede». Gesù «a loro dice: il problema non è compiere la legge, il problema è pentirsi», ha aggiunto Francesco.

CATIUSCIA & COMPARI PENTITEVI.

Regione, verso il rimpasto – Nuovo Corriere Nazionale

http://www.nuovocorrierenazionale.it/regione-verso-il-rimpasto/

14910514_327543414293121_3016775978199744848_n

Non è sfuggito a nessuno, infatti, il convegno organizzato dai socialisti a Deruta sulla sicurezza, in cui la primadonna è stato Gianpiero Bocci. Il messaggio di Silvano Rometti (perché, quando oggi dici socialisti, in Umbria dici il consigliere regionale Rometti), benché solfureo, è arrivato chiaro e forte sia in Regione che alla segretaria regionale del Pd. Rispetto all’alleanza di ferro del passato dei socialisti con chiunque fosse a detenere la presidenza della Regione (l’altro ieri la Lorenzetti, ieri e oggi la Marini), ora il Psi ‘minaccia’ di volersi tenere le mani un po’ più libere, di fatto entrando nella disfida umbra tra ‘mariniani’ e ‘bocciani’.

La cosa a a Palazzo Donini, con la presidente Marini già alle prese con il gioco di interdizione dei 5 consiglieri regionali ‘bocciani’, ha suscitato apprensione.

I sintesi, il bussolotto del rimpasto della giunta regionale è aperto. Come andrà a finire rispetto alle intenzioni iniziali, è difficile da dire. Ma la politica, si sa, è l’arte della creatività. Solo che anche ai migliori prestigiatori i birilli, più spesso di quanto non si creda, cadono. Staremo a vedere.

 

14991952_327544437626352_6282075964992309709_n

CATIUSCIA & COMPARI IATEVENNE !!!!

Annunci

2 thoughts on “ARRIVARE AL PANETTONE

    1. la sapevo !!!
      però so’ dovuto ricorre a google.
      il titolo è sentimento pentimento – YouTube

      a Frà quanno scappa la playlist co li mejo pezzi del 2016 ? e nun te scordà er pezzo che cià fatto renzo dopo er reverendum

      Mi piace

I commenti sono chiusi.