IL CASO DELLA VACCA

PIOVONO I MILIARDI
E ROVINANO L’ASSETTO IDROGEOLOGICO IN UMBRIA.

16864561_385549645159164_5297811238236620186_n

E CON LA CATIUSCIA E LA FERNANDA ANCHE RISCHIO FRANE.
ANZI SICURO

“Progettare l’assetto idrogeologico”: e’ questo il tema dell’incontro in programma dalle 9 alle 18 di lunedi prossimo, 13 marzo, presso l’auditorium della sede di Confindustria Umbria, a Perugia.

L’incontro rientra nell’ambito di una serie di seminari organizzati da Italiasicura (struttura della Presidenza del Consiglio dei Ministri contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche), Ministero dell’Ambiente e Regioni (con la partecipazione del Consiglio nazionale dei Geologi, Rete Professioni Tecniche e Consiglio nazionale degli Ingegneri), per approfondire e avviare un confronto con i professionisti e i tecnici della pubblica amministrazione sulle “Linee guida per le attività di programmazione e progettazione degli interventi per il contrasto del rischio idrogeologico”.

In apertura dei lavori interverrà la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. È prevista, tra gli altri, la presenza del coordinatore di Italiasicura, Erasmo D’Angelis, degli assessori regionali all’Ambiente e alle Infrastrutture e Opere pubbliche, Fernanda Cecchini e Giuseppe Chianella. Con la presenza anche a questo evento, continua l’impegno di Alta Scuola, ente formatore in materia idrogeologica e sismica, che da tempo collabora con Italiasicura nella diffusione della cultura della prevenzione dei rischi naturali.

CONTRASTO DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO | Radio Galileo
http://www.radiogalileo.it/…/31592-contrasto-del-rischio-id…

Dai falsi terremotati alla beneficenza-truffa: ecco chi sono gli sciacalli del sisma – Repubblica.it

http://www.repubblica.it/…/dai_falsi_terremotati_alla_ben…/…

reddit

L’affare della formazione: un miliardo l’anno per i disoccupati, ma senza controlli – Repubblica.it
http://www.repubblica.it/…/l_affare_della_formazione_un_m…/…

7 miliardi e mezzo polverizzati in 500 mila progetti di formazione privi di qualsiasi seria valutazione. Ma così non è. Nel nuovo documento, tra gli “indicatori di risultato” che dovrebbero dirci se un corso di formazione è utile o no, troviamo ad esempio: “Popolazione 25-64 anni che frequenta un corso di studio o di formazione professionale”, oppure “quota di giovani qualificati presso i percorsi di istruzione tecnica professionale sul totale degli iscritti”. O ancora: “Rapporto tra allievi e nuove tecnologie come Pc e tablet”. In altre parole, un corso sarà tanto più apprezzabile e quindi finanziabile quanto più alto sarà il numero dei suoi iscritti, o quanti più tablet saranno messi a disposizione dei suoi studenti.

FINORA NON SI HANNO FOTO DELL’EVENTO
MA SOLO DEL PARCHEGGIO.

DSCN2297

ERA PIENO .
SO’ TANTI A VOLECCE MAGNA’ !!!!

16806822_1828275234093132_681734645719644100_n

P.S.

A MARGINE DELLA QUESTIONE IL SIGNOR FB

HA STIGMATIZZATO L’USO IMPROPRIO DI QUEST’ULTIMA FOTO MARCATA REUTERS PER I L SEGUENTE MOTIVO

fb20170313140345

E’ TROPPO SUGGESTIVA DELL’ANDAZZO UMBRO ?

Annunci